Tripodio

In Tripodio, legno e metallo si combinano per un risultato di sicuro effetto estetico.

Scorri

Originale libreria in cui legno e metallo esprimono al meglio la loro potenza, in un connubio piacevolmente contemporaneo e immune allo scorrere del tempo. I piani sono realizzati in noce Canaletto; la struttura è disponibile in metallo verniciato opaco in numerose cromie oppure nelle finiture rame opaco o ottone opaco. Visivamente leggera, eppure decorativa e in grado di impreziosire un’intera parete, Tripodio evoca fin dal nome una struttura triplice, riproposta nell’elegante elemento metallico che si irradia a congiungere i ripiani. L’effetto visivo è un senso di solidità e assieme di equilibrio, che si traduce in una personalità raffinata adatta ad accogliere libri, oggetti, fotografie nello studio così come negli spazi living o nella zona notte.

Scheda tecnica

Tripodio

Larghezza: 180cm

Profondità: 40cm

Altezza: 170cm

  • Noce Canaletto

  • Rame opaco

  • Ottone opaco

  • Bianco opaco

  • Bronzo opaco

  • Grigio antracite opaco

  • Piombo opaco

  • Nero opaco

  • Tortora opaco

I tessuti, le ecopelli, le pelli e il cuoio proposti sono una selezione; le finiture e i colori visualizzati sono indicativi e possono leggermente differire dagli originali. Per vedere il campionario completo, rivolgersi a un rivenditore Bonaldo.

Download:

Designer

Mario Mazzer

Nasce nel 1955. Nel '78 si laurea in architettura al Politecnico di Milano e nel '79 in industrial design. Collabora con i maestri del design italiano. Partecipa a convegni e conferenze ed espone in musei e mostre di design. Ha ricevuto menzioni speciali nel ’88 e nel '89 al concorso Young & Design, che ha vinto nel '91. Nel 1996 riceve una menzione d'onore ID Annual Design Review. I suoi prodotti sono stati selezionati più volte nell’ADI Design Index e nell’ International Design Yearbook. Nel 2001 esce la sua monografia edita dalla Biblioteca dell’Immagine: Thinking about Things: Mario Mazzer designer. Nel 2006 e 2007 riceve la menzione speciale al Concorso Riabita. Riceve quattro Good Design tra il 2009 e il 2011, nell’edizione del 2010 con Babel di Bonaldo. Vince quattro Red Dot Design tra il 2010 e il 2012 e l’IF Design Award nel 2012. Collabora e ha collaborato con le più importanti aziende dell’arredo.